Corso di cesteria

a cura di Marco Gentili

Sotto la guida attenta e esperta di Marco Gentili, che da tempo si dedica al recupero della tradizione toscana dell'intreccio di materiali naturali, creando cesti, lampade a altri oggetti d'arredo, impareremo a realizzare con le nostre mani un cesto. 

In laboratorio troverete tutto il materiale necessario al lavoro, dal salice alle forbici da pota e altri strumenti utili.

Sarà anche fornita una dispensa.

Vi consigliamo di indossare abiti comodi e, se lo avete, portate un grembiule (altrimenti ve lo daremo noi).

E, naturalmente, ciascuno si porterà a casa il suo cesto!

 

partecipanti minimo 4 - massimo 7

orario 10.00-19.oo (con pausa pranzo)

costo 100+ 10 euro di tessera associativa

 

Se vuoi sapere di più su Marco Gentili e la sua attività vai a questo sito

www.intreccitoscani.it

Nei massicci montuosi dell'Africa settentrionale, ogni casa ha il suo telaio rudimentale: due travi di legno sorrette da due aste verticali.

La trave superiore è chiamata la trave del cielo, mentre quella inferiore rappresenta la terra. Queste quattro travicelle simboleggiano l'universo.

Prossimi corsi 

 

Novembre

Filatura base

sabato 10

Filatura artistica

Filati fiammati e con bozzoli

sabato 10

 

Tessitura a pettine liccio Corso avanzato 

I Lanciati

domenica 11

Tessitura di tappeti

16-17-18

 

Dicembre

Filatura base

sabato 1 

Filatura artistica

Filati con l'anima: autowrap - corespun - corespun gradient

sabato 1 

 

Cesteria

domenica 2

Novità 

Il filo spettinato

3 incontri sui filati artistici

con Carla Camocardi

 

sabato 10 novembre

ore 10.00-19.00

Filati fiammati e con bozzoli 

domenica 2 dicembre

ore 10.00-19.00

Corso di cesteria

con Marco Gentili 

 

costo 100+10 euro di tessera associativa

minimo 4  massimo 7 partecipanti

Il nostro indirizzo

Via Filippino Lippi 26 - 20131 Milano

per i corsi

info@tessereincontri.org

per prodotti Ashford

ashford.info@tessereincontri.org

Le parole del mese

 

Fiori

Da un gradino d’oro, – fra i cordoni di seta, i veli grigi, i velluti verdi e i dischi di cristallo che si anneriscono

come bronzo al sole, – vedo la digitale aprirsi su un tappeto di filigrane d’argento, di occhi e di capelli.

 

Monete d’oro giallo sparse sull’agata, colonne di mogano che sostengono una cupola di smeraldi, mazzi di raso

bianco e sottili verghe di rubino circondano la rosa d’acqua.

 

Simile ad un dio dagli enormi occhi azzurri e dalle forme di neve, il mare e il cielo attirano verso le terrazze

di marmo la folla delle giovani rose rigogliose.

Arthur Rimbaud

Stampa Stampa | Mappa del sito
© tessere incontri Via Filippino Lippi 26 20131 Milano Partita IVA: