Un ordito per tutti:

esperienze collettive di tessitura

 

Armungia, un piccolo paese nella Sardegna sud orientale, in provincia di Cagliari, ha ospitato, dal 23 al 25 giugno 2017, il Festival dei Piccoli Paesi: una manifestazione ideata e organizzata da Barbara Cardia e Tommaso Lussu di Casa Lussu. Per tre intere giornate, linguaggi comunicativi diversi si sono intrecciati tra loro in un clima di appassionata condivisione e con una modalità di convivenza comunitaria che ci ha reso ben presto tutti amici.

 

Il simposio è stato inaugurato da un bellissimo concerto-lettura serale dedicato alla notte di San Giovanni, giorno del solstizio d’estate.  Ritmi contemporanei di musica elettronica facevano da contrappunto alla voce di canti popolari reinterpretati e intercalati dalla lettura di racconti tratti dai testi di Joyce ed Emilio Lussu.

 

Il tema principale di discussione è stato quello dello spopolamento, talvolta vere e proprie emorragie sofferte da piccole realtà come Armungia al pari di molte altre in Italia, e delle strategie possibili per arrestare il fenomeno. La formazione di una nuova coscienza di luogo è al centro di queste strategie i cui presupposti si fondano sulla salvaguardia del patrimonio culturale di memoria storica, sui saperi pratici e sulla biodiversità locale.

 

In questo contesto Tessere Incontri ha partecipato con una pratica di tessitura collettiva che abbiamo chiamato Un ordito per tutti. La Piazza del Municipio di Armungia ed il bosco di San Nicolò Gerrei sono diventati dei laboratori a cielo aperto dove, tra le inferriate delle ringhiere o delle staccionate, grandi e piccoli hanno intessuto a piacimento strisce di stoffa colorata: rosse gialle verdi azzurre a fantasia a righe a fiori, di seta di panno di lana o di cotone.

 

Contemporaneament, in un'altra piazzetta, Francesco Del Casino e Massimo Congiu hanno realizzato un bellissimo murale: un tributo al legame di amicizia fra Emilio Lussu e Antonio Gramsci e alla loro lotta politica in nome dei principi di giustizia sociale, libertà e autonomia.

 

Non poteva mancare il cibo, linguaggio universale della convivialità. Abbiamo felicemente gustato in grandi banchetti i prodotti della biodiversità locale intrepretati con cura e ricerca, nel rispetto della loro tradizione, da Luigi Erriu della Cooperativa San Nicolò.

 

L’evento, intitolato Un caffè ad Armungia, si è chiuso con un manifesto tessile, un grande telaio verticale che per due giorni è stato luogo d’incontro e d’intreccio di più mani. Mani che giocando con i fili hanno creato frammenti di tessitura quasi fossero ideogrammi di una nuova scrittura: quella di un futuro racconto, ci auguriamo, che sappia accogliere e integrare le piccole diversità.

 

Nei massicci montuosi dell'Africa settentrionale, ogni casa ha il suo telaio rudimentale: due travi di legno sorrette da due aste verticali.

La trave superiore è chiamata la trave del cielo, mentre quella inferiore rappresenta la terra. Queste quattro travicelle simboleggiano l'universo.

Prossimi corsi 2017

 

Settembre

Tessitura a pettine liccio

15-16-17

Macramé

domenica 24

 

Ottobre

Tessitura a pettine liccio

13-14-15 

 

Filatura 

domenica 22 

 

Tessitura a 4 licci

28-29

 

Novembre

Tessitura di tappeti

3-4-5

 

Trame di vita

incontri di arte terapia tessile

secondo ciclo

21 ottobre - Maria e le altre

18 novembre - Arianna

16 dicembre - Vassilissa

ore 15.00-18.00

Giugno 2017 - Un caffè ad Armungia 

 

Un ordito per tutti:

esperienze collettive di tessitura

loc jpg.jpg
Immagine JPG [2.5 MB]

Le parole del mese

 

Un Filo di Ragno

Attraverso un sentiero del bosco, in un comodo cantuccio,

un elastico e lindo filo di ragno,

asperso di allegria solare e di ombra,

è sospeso nei cieli; e con tremito impercettibile

il vento lo fa vibrare, tentando invano di strapparlo;

il filo è saldo, sottile, diafano e semplice.

È tagliata la viva cavità dei cieli

da una linea sfavillante, da una corda policroma.

 

Noi siamo avvezzi a stimare solo ciò che è confuso.

Con falsa passione nei nodi ingarbugliati

cerchiamo sottigliezze, ritenendo impossibile

congiungere nell’anima semplicità e grandezza.

Ma sono meschine, ruvide e smorte le cose complesse;

e l’anima sottile è semplice come questo filo.

Zinaida Gippius (1869-1945)

Il nostro indirizzo

Via Filippino Lippi 26 - 20131 Milano

per i corsi

info@tessereincontri.org

per prodotti Ashford

ashford.info@tessereincontri.org

Stampa Stampa | Mappa del sito
© tessere incontri Via Filippino Lippi 26 20131 Milano Partita IVA: