Le parole del mese

Marzo 2017

 

Nel mese di marzo

tutti i semi tornano dalla mamma

a bere le promesse fatte

nel cadere tesse piano

la forma del nome

(Mariangela Gualtieri)

 

Aprile 2017

 

Amo la terra


come in viaggio


il luogo straniero,


e non diversamente.


Così la vita mi tesse


piano al suo filo


in una trama sconosciuta.


All’improvviso,


come il commiato in viaggio,


il grande silenzio irrompe nel telaio.

(Hannah Arendt, gennaio 1954)

 

 

Agosto 2017

 

Come va via il tempo?

Come muta da microscopico frammento

La mia vita?

Non lo colgo sfugge

All’occhio e alla mano,

fa disegni alle mie spalle,

tesse storie segrete,

senso che non è la somma

dei giorni e nemmeno degli anni.

In un punto inavvertito

Gli attimi fanno tela

Sono tempo vissuto

Destino.

.....

(Chandra L.Candiani)

 

Ottobre 2017

 

La vita è come una stoffa ricamata della quale ciascuno nella prima metà dell'esistenza può osservare il diritto, nella seconda invece il rovescio: quest'ultimo non è così bello, ma più istruttivo, perché ci fa vedere l'intreccio dei fili.

Arthur Schopenhauer

 

Gennaio 2018

 

Se si tracciano due cerchi di ugual grandezza e se ne colora uno di giallo e l'altro di blu, si osserverà già dopo un istante di osservazione che il giallo irraggia, riceve un movimento dal centro verso l'esterno e sembra quasi avvicinarsi all'osservatore. Il blu sviluppa invece un movimento concentrico (come una chiocciola che si ritira nel guscio) e si allontana dallo spettatore. L'occhio viene abbagliato dal primo cerchio, mentre si immerge nel secondo.

Vasilij Kandinskij, Lo spirituale nell'arte, 1910

 

Maggio 2018

 

Il rosso, così come ce lo immaginiamo, come colore tipicamente caldo, senza limiti, agisce interiormente come un colore assai vivace, acceso, inquieto, il quale non possiede però il carattere di prodigalità del giallo, che si consuma spandendosi da tutte le parti, bensì genera, nonostante tutta la sua energia e intensità, una forte nota di un’energia immensa, quasi consapevole del proprio fine.

Vasilij Kandinskij, Lo spirituale nell'arte, 1910

 

Settembre 2018

 

"... quando un giorno, da un malchiuso portone / tra gli alberi di una corte, / ci si mostrano i gialli dei limoni; / il gelo del cuore si sfa, / e in petto ci scrosciano / le loro canzoni / le trombe d'oro della solarità. "

Da I limoni di Eugenio Montale

 

Gennaio 2019

Donna che cuce

È strale, è stral, non ago

quel ch’opra in suo lavoro

nova Aracne d’Amor, colei ch’adoro;

onde, mentre il bel lino orna e trapunge,

di mille punte il cor mi passa e punge.

Misero! E quel sì vago

Sanguigno fil che tira

Tronca, annoda, assottiglia, attorce e gira

La bella man gradita

È il fil de la mia vita.

Giambattista Marino

 

Marzo 2019

 

Puoi tenerti lontano dai dolori del mondo, sei libero di farlo e risponde alla tua natura. Ma forse questa tua astensione è l'unico dolore che potresti evitare.

 

dai Diari di Franz Kafka

 

Estate 2019

 

Io guardo spesso il cielo. Lo guardo di mattino nelle

ore di luce e tutto il cielo

s'attacca agli occhi e viene a

bere, e io a lui mi attacco,

come un vegetale

che si mangia la luce.

 

Mariangela Gualtieri

 

 

Autunno 2019

 

Si succhia

cielo e terra. Si prende

l'arcata vibrante che cade

al centro della corolla.

 

Si prende la più bella

gittata dal cielo universo

e si tesse si tesse la luce

con l'ombra. Il secco

con l'umido del sotto terra.

Nei fiori.

 

Mariangela Gualtieri

 

Inverno 2019

 

 

Immagina, col fiammifero acceso, quella sera, la grotta, /e per sentire freddo ricorri alle fessure del piancito, / bastano le stoviglie per provare la fame, / quanto al deserto, è ovunque, in ogni dove.

 

Immagina, col fiammifero acceso, la grotta/ a mezzanotte, il falò, silhouette di oggetti/ e di animali, e, il viso nelle pieghe di un telo stazzonato,/ anche Maria, Giuseppe e il Bimbo infagottato.

 

Iosif Brodskij

 

Ma ecco, vorrei gridare a tutti ‑ attraverso i colpi di martello che si alzano come una dolorosa musica da ogni parte dell'orizzonte ‑, vorrei gridare: lasciate che gli uomini tutti creino qualcosa, con le loro mani, o la loro testa, in tutte le età, e soprattutto nella primissima; che im­parino le misteriose leggi della struttura e composizione estetica ‑ prima di ogni altra legge ‑ se avete a cuore libertà e società su questa meteora rapidissima che è il vivere. Introdu­cete l'Estetica e le sue leggi nell'ottuso e pri­gioniero vivere umano. Avrete introdotto li­bertà ‑ sospensione del dolore ‑, eleganza, dolcezza.

 

Anna Maria Ortese, Corpo celeste, 1997

 

Primavera 2020

 

Se i profeti irrompessero

per le porte della notte

e cercassero un orecchio come patria

 

Orecchio degli uomini

ostruito d’ortica

sapresti ascoltare?

 

 da Le stelle si oscurano di Nelly Sachs

Nei massicci montuosi dell'Africa settentrionale, ogni casa ha il suo telaio rudimentale: due travi di legno sorrette da due aste verticali.

La trave superiore è chiamata la trave del cielo, mentre quella inferiore rappresenta la terra. Queste quattro travicelle simboleggiano l'universo.

Corsi 2020

 

Settembre

 

sabato 12 

Tessuti favolosi

1° incontro nuovo ciclo arte terapia tessile

 

ven 18 - sab 19 - dom 20

Tessitura a pettine liccio

 

domenica 27

Macramè

 

Ottobre

 

ven 2 - sab 3 - dom 4

Tessitura di tappeti

 

ven 16 - sab 17 - dom 18

Nuovo: Tessitura a pettine liccio avanzato: garze, bouquet e lanciati

 

domenica 25

Cesteria

Trame di vita - quarto ciclo

Tessuti favolosi

a cura di Tiziana Luciani

Si riparte sabato 12 settembre!

Le parole del mese

 

La vita sfugge dalle nostre mani, ma può sfuggire come sabbia o come semente.

Thomas Merton (1915-1968)

Il nostro indirizzo

Via Filippino Lippi 26 - 20131 Milano

per i corsi

info@tessereincontri.org

per prodotti Ashford

ashford.info@tessereincontri.org

Stampa Stampa | Mappa del sito
© tessere incontri Via Filippino Lippi 26 20131 Milano Partita IVA: